Lo sport è un’attività di grande beneficio tanto per il corpo quanto per la mente e dovrebbe essere praticato con regolarità a tutte le età. Aiutando a sviluppare la coordinazione e le capacità motorie, o a correggere anche difetti posturali che possono presentarsi con la crescita, fin da bambini si dovrebbe dedicare una particolare attenzione alla pratica dell’attività fisica. Allo stesso modo, se in età adulta, nel pieno delle proprie forze e capacità, ci si dedica allo sport con assiduità, con l’avanzare degli anni, pur diminuendone l’intensità, non si dovrebbe mai smettere di fare movimento.
La bella città di Conversano, spicca per discipline sportive come il calcio, il basket e soprattutto la pallamano dove gli atleti conversanesi spiccano nella massima serie del campionato nazionale. Entrambe le squadre, maschile e femminile, portano alto l’onore della città arrivando sempre ad un ottimo risultato nelle competizioni di alto livello. Proprio per l’attitudine vincente delle squadre maggiori, la cittadina riflette un grande interesse ed impegno per quanto riguarda l’ambito sportivo coinvolgendo grandi e piccini. Un esempio lampante è il Pic-nic sportivo organizzato dall’associazione Genitori in campo in collaborazione con l’Asd Kids Club di Conversano.

In occasione dell’evento, ospitato dal Campo sportivo Lorusso base dell’ASD Conversano, si è organizzata una giornata (ormai arrivata alla 4° edizione), dedicata allo sport e all’alimentazione corretta. Durante la manifestazione, oltre all’allestimento di uno spazio pic-nic da condividere fra atleti, amici e parenti, è stato possibile praticare discipline come ginnastica ritmica, football americano, pallavolo, judo, calcio, pattinaggio, skateboard e perfino diving e kitesurf. La giornata all’aria aperta ha visto avvicendarsi anche società sportive a livello provinciale e regionale rappresentanti diverse discipline oltre che gruppi e associazioni di supporto a famiglie con ragazzi affetti da autismo.

Aperto a tutti, l’evento ha accolto a braccia aperte grandi, piccini, società sportive e scuole unendoli in un clima di rispetto, divertimento e serenità portando l’attenzione sull’importantissimo binomio costituito da alimentazione sana e attività sportiva.
Altro elemento importante della giornata, protagonista di una festa campestre all’insegna della bellezza dello sport e di tornei di calcio e rugby dedicati ai piccini, è stato proprio una delle caratteristiche principali del rugby, ovvero il concetto di terzo tempo. Questo bellissimo modo di vivere lo sport sta prendendo sempre più piede anche in altri ambiti sportivi, portando le squadre che si sono viste fronteggiare durante un match e ad un momento di condivisione alla fine dell’incontro. E’ qui che, insieme a familiari e tifosi, si festeggia la partita appena giocata, a prescindere da chi sia il vincitore, nel totale rispetto l’uno dell’altro, portando ad un perfetto clima di educazione, comunicazione, inclusione e speranza.

Sono proprio eventi di questo tipo che creano l’ambiente sportivo perfetto per qualsiasi età e qualsiasi livello, riuscendo a mescolare squadre, generazioni e discipline diverse in un’atmosfera di unità, condivisione e rispetto reciproco. Questo l’intento della città di Conversano, che mette a disposizione dei cittadini diversi campi sportivi di riferimento per ogni disciplina e un centro polivalente, permettendo una vasta scelta di attività da poter praticare.
Conversano insomma stupisce piacevolmente anche da questo punto di vista, viva lo sport!